Vai al contenuto

Giuseppe Pollicina legge “Sale e sangria”

25 Maggio 2021

La persona che vedete nella foto, a sinistra, accanto al libraio di cui vi ho parlato in un post precedente, si chiama Giuseppe Pollicina, ed è un mio amico.
Giuseppe è l’uomo a cui penso quando sento la parola “teatro”.
Al palcoscenico ha dedicato tutta la sua vita ed ho la netta l’impressione che non si offenderebbe qualora qualcuno lo chiamasse “giullare”, anzi.
Ci incontriamo in media una volta ogni dieci anni, e potete star certi che quel giorno ci sarà sempre un corto da girare, delle prove cui assistere, una scenetta da preparare in due minuti, con il pubblico già seduto ad aspettare.
Io l’ho conosciuto, indovinate un po’, a teatro. È passato parecchio tempo, lui quella sera recitava al teatro antico di Taormina, giusto per darvi l’idea del personaggio.
È stata una bella sorpresa, insieme ad una grande gioia, trovare questa foto sui social.
Giuseppe, ci siamo quasi, sono quasi dieci anni anche stavolta. Metto la bombetta o il papillon?

#saleesangria #pietrodeviola #deviola #oligoeditore #romanzo #copertinebellissime

nuovilibri #romanzi #erasmus #nuoveuscite

teatro #giuseppepollicina #novitàinlibreria #palcoscenico #ioleggo #bookstagramitalia #bookstagramitalia📚 #bookstagram #leggere #instalibri

#leggerefabene #ticonsigliounlibro
#librimania #libro #libri #librisulibri #libriconsigliati #sololibri #libridaleggere #librichepassione

From → Generale

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: