Skip to content

Miriam e la geometria (et al / Edizioni)

23 febbraio 2012

E’ da ieri in tutte le librerie Miriam e la geometria, esordio narrativo di Luisa Grosso. Il romanzo ha una struttura geometrica. Composto da 12 racconti, si sviluppa in 4 situazioni diverse, 4 unità di tempo e di luogo: il Salento, Bologna, Londra e infine un viaggio dalle Langhe a Sagres, in Portogallo. Per ogni racconto una voce narrante differente, tranne che per Miriam, che torna 4 volte, ossia in ognuno dei luoghi. Ogni racconto è a sé, ha una sua compiutezza e sempre un finale sorprendente, mentre i 12 racconti, insieme, compongono un’unica storia, la storia di un’estate, l’estate in cui per Miriam tutto cambia.

Miriam e la geometria rappresenta per noi l’occasione di dare il benvenuto su queste pagine a et al/Edizioni.

Luisa Grosso

Miriam e la geometria

et al. Narrativa


L’introduzione di Lidia Ravera

Un romanzo costruito di racconti concentrici, un puzzle le cui tessere sono sguardi diversi sulla stessa storia. Una donna ancora giovane, con una figlia bambina e una adolescente, una donna ancora bella e baciata dalla grazia di una eccezionale sensibilità creativa, si ritrova prigioniera della stessa prigione che si è chiusa attorno al corpo di suo marito, Pietro, anche lui giovane ancora bello, ancora forte, ridotto dalle conseguenze di un incidente a vegetare muto e inconsapevole, paralizzato e totalmente dipendente, senza potere vivere, senza poter morire. Si chiama Miriam, la donna. Corteggiata, amata. A quattro anni dalla tragedia si trova in bilico fra la voglia di ribellarsi al dolore e il bisogno di sacrificargli tutte le sue possibilità, tutto il suo possibile futuro, come a un Dio Minore da placare. Certa che non riceverà niente in cambio. Attorno a Miriam e alle sue oscillazioni “gli altri”: ciascuno a suo modo colpito e modificato, colpito e atterrito, colpito e affondato. Da lei, Miriam, da lui, Pietro. Gli altri: la bambina, la ragazza, l’uomo ancora giovane, l’uomo più vecchio… tutti a confrontarsi con se stessi e con Miriam, con Miriam e con Pietro, come ci si confronta, consapevoli o no, continuamente, con la morte e con l’amore.

Un romanzo profondo, scritto in una lingua leggera, antiretorica e apparentemente divagante, capace di sorridere e far sorridere, come sa fare soltanto chi è passato attraverso l’inferno. E ha raggiunto la posizione giusta per guardarci dentro.

L’autrice

Luisa Grosso, regista, si è diplomata alla Scuola di Cinema di Nanni Moretti; ha studiato Sceneggiatura con Tonino Guerra. Ha iniziato nel campo dei videoclip musicali, per specializzarsi poi nel videogiornalismo per i programmi “Professione Reporter”, “TV zone”, “Le notti dell’angelo”, “Corto circuito” e altri. Ha ideato e diretto “Interferenze”, programma d’informazione per i giovani, che unisce alla finzione lo stile del reportage (premio RAI3 per il miglior numero zero).  Ha scritto, come co-autrice, il libro Reality tv. La televisione ai confini della realtà, Edizioni Rai Eri.

Passa alla finzione dirigendo sei cortometraggi per il programma “Lo specchio” e partecipando in qualità di sceneggiatrice al lungometraggio dal titolo L’alba di Luca per la regia di Roberto Quagliano, acquistato da RAI Fiction e andato in onda su RAI1. Dal 1994 è Direttore Artistico del Festival Internazionale Cinema corto in Bra (CN, Piemonte). Dal 2007 fa parte del comitato artistico di “Slow Food on film”, Festival promosso da Slow Food e dalla Cineteca di Bologna.

Ha collaborato con Giuseppe Bertolucci alle regie di: Cinema: istruzioni per l’uso; Segni particolari; ’Na specie de cadavere lunghissimo.

Luisa Grosso

Miriam e la geometria

et al. Narrativa

13,75 x 19,8 cm

pp. 192

€ 15

ISBN 978-88-6463-065-6

Vai al sito della casa editrice

———————


 

 

 

Alice senza niente, il sito ufficiale

La pagina fan su Facebook

Alice senza niente su Google+

Alice senza niente su Twitter

Annunci

From → Spazio Libri

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. Miriam e la geometria a Bologna « Alice senza niente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: