Skip to content

Salviamo il manifesto: l’appello

21 febbraio 2012

Un giornale che chiude è sempre una brutta notizia

 
Oggi vogliamo esprimere la nostra solidarietà al quotidiano “il manifesto” pubblicando l’appello della redazione. L’intero dossier, dal titolo senza fine, è visibile qui.


 

“Siamo alla prova cruciale, al corpo a corpo con la nostra stessa vita materiale e politica. 
Il manifesto andrà in liquidazione coatta amministrativa. Verranno funzionari di governo, che si sostituiranno al nostro consiglio di amministrazione. È una procedura cui siamo stati costretti dai tagli alla legge dell’editoria.
Noi, come altre cento testate, nazionali e locali, non potremo chiudere il bilancio del 2011. Mario Monti e il ministro Passera potrebbero riuscire dove Berlusconi e Tremonti hanno fallito. Usiamo il condizionale perché non abbandoniamo il campo di battaglia e siamo ancora più determinati a combattere contro le leggi di un mercato che della libertà d’informazione farebbe volentieri un grande falò.
La fine del manifesto sarebbe la vittoria senza prigionieri di un sistema che considera la libertà di stampa non un diritto costituzionale ma una concessione per un popolo di sudditi.
La fisionomia della nostra testata, il suo carattere di editore puro, il nostro essere una cooperativa di giornalisti e poligrafici, hanno sempre costituito una felice anomalia, un’eresia, la testimonianza in carne e ossa che il mercato non è il monarca assoluto e le sue leggi non sono le nostre.
Il compito che ci assumiamo e a cui vi chiediamo di partecipare è tutto politico.
I tagli ai finanziamenti per l’editoria cooperativa e politica non sono misurabili «solo» in euro, in bilanci in rosso, in disoccupazione.
Naturalmente, se avessimo la testa di un Marchionne sapremmo cosa fare per far quadrare i bilanci. Così come un vero mercato della pubblicità ci aiuterebbe a far quadrare i conti, e un aumento dei lettori nel nostro paese ci farebbe vivere in una buona democrazia. Ma è altrettanto evidente che le nostre difficoltà sono lo specchio della profonda crisi della politica, l’effetto di quella controrivoluzione che ha coltivato i semi dell’antipolitica, del «sono tutti uguali» fino a una sorta di pulizia etnica delle idee e dell’informazione.

Care lettrici e cari lettori, siamo chiamati, noi e voi, a una sfida difficile e avvincente. Dovremo superare nemici visibili e trappole insidiose. 
Sappiamo come replicare alle politiche di questo governo, ma siamo profeti disarmati contro il successo del populismo, che urla contro il potere assumendone modi e fattezze. 
State con noi, comprateci tutti i giorni, abbiamo bisogno di ognuno di voi. Adesso che tutti hanno imparato lo slogan dei beni comuni, lasciateci la presunzione di avere rappresentato una delle sue radici, antica e disinteressata.
Ed è per questo che nell’origine della nostra storia crediamo di vedere ancora una vita futura.”
 PER CONTRIBUIRE:

Conto corrente postale numero 708016, intestato a IL MANIFESTO COOP.ED. A R.L. – Via Bargoni 8, 00153 Roma
Bonifico bancario presso Banca Sella intestato a IL MANIFESTO COOP.ED. A R.L.
IBAN IT 18 U 03268 03200 052879687660
Vaglia postale internazionale
We have no corporate backers to answer to: our only sponsors are the readers and supporters. That is why we can publish stories that the mainstream media would rather go unnoticed. But we can only do so with your support. We are facing a midnight deadline. If you believe in the power and importance of a free press, please make a donation to il manifesto.
Support an indipendent media
Versamento presso Banca Sella intestato a IL MANIFESTO COOP.ED. A R.L.
IBAN IT 18 U 03268 03200 052879687660 COD SWIFT: SELBIT2BXXX 
Per informazioni:
tel. 06.68719330 – 0668719574.
Se invece preferisci darci la tua fiducia con un abbonamento, trovi tutte le informazioni sul nostro sito
Per informazioni:
tel. 06.68719330 – 0668719574.
Seguici su Facebook
Annunci

From → Segnalazioni

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: