Skip to content

Partiti S.p.a. (Ponte alle Grazie)

23 gennaio 2012

Arriva in questi giorni in libreria una nuova inchiesta di Ponte alle Grazie. Il giornalista Paolo Bracalini spiega come e perché i partiti italiani sono diventati imperi finanziari. Non solo finanziamenti pubblici, ma società, banche, immobili, sponsor privati e occulti… tutti da scoprire.

 

Partiti S.p.a.

(Ponte alle Grazie)

Un’inchiesta di Paolo Bracalini

 

Il libro 

Idrovore che assorbono finanziamenti, possiedono centinaia di immobili, spendono milioni in modo misterioso, creano società per scopi distanti dalla politica (dal gioco d’azzardo alla vendita di biciclette), i partiti sono i veri padroni della cosa pubblica, non solo perché decidono leggi e nomine, ma perché costituiscono imperi economici, la cui ricchezza viene alimentata dalle istituzioni a loro volta controllate dai partiti, in un circolo molto vizioso. Dal 1994 a oggi hanno ingoiato 3 miliardi di euro solo di rimborsi elettorali: li chiamano così ma non sono affatto tali, perché le spese elettorali dichiarate ammontano a 579 milioni di euro, meno di un quarto. Il resto? Mancia. Ma questo è solo uno degli aspetti indagati da Paolo Bracalini: si spazia dalle imperscrutabili fondazioni dei politici alle generose donazioni private da parte di gruppi industriali e lobby, alla presenza capillare di politici nei CdA delle fondazioni bancarie, ai finanziamenti dei giornali più improbabili, ai milioni per partiti sconosciuti, ai trucchi per non pagare debiti, affitti e persino cene elettorali, fino all’enorme zona grigia della corruzione, fenomeno in cui il lucro individuale e l’interesse di partito si confondono inestricabilmente. Quadro allarmante, completo e perfettamente bipartisan della vita economica dei partiti, dal PDL al PD, dalla Lega a Italia dei Valori, Partiti S.p.A. è una lettura bruciante, ricca di documenti e interviste inedite, che non mancherà di suscitare ancora una volta l’indignazione dei lettori.

 

Un estratto

 Le cifre dei rimborsi elettorali

 

 500 milioni di euro: i rimborsi ai partiti per ogni legislatura.

 2700 milioni di euro: rimborsi elettorali dal 1994 a oggi.

 70 milioni di euro all’anno: rimborsi dei gruppi parlamentari

 80 milioni di euro all’anno: donazioni dei privati ai partiti.

 600 milioni di euro (dal 2008 ai prossimi due anni): soldi ai maggiori partiti, PDL e PD.

 PDL (regionali 2010): 20 milioni spesi per campagna elettorale; 53 milioni di rimborsi.

 PD (regionali 2010): 14 milioni spesi; 51 milioni rimborsati.

 Lega (regionali 2010): 8 milioni spesi; 25 milioni di rimborsi.

 UDC (regionali 2010): 6 milioni spesi; 11 milioni ricevuti.

 Non occorre essere eletti per avere i finanziamenti pubblici: basta la soglia dell’uno per cento, ben al di sotto di quella per entrare in Parlamento.

L’autore 

Paolo Bracalini è nato nel 1974. Milanese trapiantato a Roma, laureato in Filosofia, è giornalista professionista. Ha iniziato in RAI, poi a Sky, Mediaset, quindi nella carta stampata con il Giornale, dove lavora tuttora. Si occupa di politica italiana, con parti­colare attenzione alla vita interna dei partiti politici.

Partiti S.p.a.

(Ponte alle Grazie)

Un’inchiesta di Paolo Bracalini

pp.350 – euro 14,00

Vai al sito di Ponte alle Grazie

 

 

 

———————


 

 

 

Alice senza niente, il sito ufficiale

La pagina fan su Facebook

Alice senza niente su Google+

Alice senza niente su Twitter

 

 

Annunci

From → Spazio Libri

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: