Skip to content

Tutta colpa della moda

4 gennaio 2012

Cari amici,

oggi parliamo del blog Tutta colpa della moda, della fashion web editor Selene Oliva.

Qualcuno obietterà: e che c’entra con Alice senza niente? C’entra, c’entra… Primo perché Tutta colpa della moda si è occupato, in un articolo uscito poche settimane fa, proprio del nostro romanzo. Ecco il pezzo: Pietro De Viola – Un quadro verista della società di oggi.

Secondo perché il progetto di Selene Oliva è davvero interessante. Ma lasciamo sia proprio lei a spiegarci tutto…

 

 

 

Tutta colpa della moda

Qualcuno di voi mi conosce già, altri ne hanno sentito parlare ma spero che in poco tempo diventerà un buon mezzo per parlare di moda. Sto parlando del mio nuovo progetto, il blog www.tuttacolpadellamoda.wordpress.com, di cui vorrei rendervi partecipi.

Questa idea nasce da una vera e propria esigenza di parlare di moda non solo a livello estetico, spinta dalla mia passione per la moda. Ma non solo. In pimis rendo merito agli studi che ho condotto (laurea come fashion designer al Politecnico di Milano), a chi mi ha insegnato a diventare web editor (redazione alfemminile.com dove tutt’ora lavoro come freelance), a chi ha creduto in me (Come Emma travet alias Erica Vagliengo di “Voglio scrivere per Vanity Fair e Serena Ruggeri dell’ufficio stampa S2Bpress).

Bando ai sentimentalismi!!! Ora voglio spiegarvi da quale esigenza nasce il mio progetto e perché, nonché frutto di un’analisi dei comuni fashion blog che circolano in internet.

Penso che sia divertente l’uso del web per mettere in mostra il proprio stile con gli scatti da streetstyle ma penso che questa fase sia ormai superata e forse alcune persone si sono anche stufate di vedere ragazze vestite alla “Chiara Ferragni due, la vendetta”, o teen che propongono accostamenti improbabili che persino mia nonna definisce “privi di ogni senso”, nonché segno di un super ego che straripa da ogni parte. E poi diciamocelo, non tutte le ragazze possono permettersi la it-bag del calibro di Chanel, abiti di Dior o scarpe di Jimmy Choo. Le sognamo, facciamo sacrifici per comprarle, ma purtroppo per la maggior parte di noi rimangono un vero e proprio sogno.

Altre invece, che trattano la moda come una vera passione, una sorta di collezionismo di immagini e parole, come se fosse ricerca, nel vero senso della parola, si sono stufate di vederla deturpata da grandi parole “ad effetto” o da ragazze detentrici del mondo fashion (insignite da chi sta facendo solo i primi passi in questa immensa realtà)  che però sanno a mala pena perché la Chanel numero 2.55 si chiama così  o riescono a riconoscere una stoffa spigata da un Principe di Galles. Ecco il mio blog è contro tutto questo e a favore di una cultura visiva e letteraria della moda.

Questo non significa che sarà un trattato sulla moda, che non ci divertiremo con proposte di mini look o dei nuovi prodotti che il mercato ci propone. Ma ci sarà anche una parte che dedicata alla cultura della moda, a cui ci tengo in particolar modo in quanto i miei studi di fashion design al Politecnico di Milano mi hanno dato una base anche storica e antropologica del sistema moda.

Ecco le categorie

–          book: sezione dedicata al lancio di libri;

–          fashion news: tutte le news moda (nuova collezione, nuovo prodotto, idea originale…);

–          fashion wordsdizionario delle parole inglesi di moda che vengono utilizzate come se fosse il nome proprio di cosa. La sezione serve a spiegare cosa significa, da dove il prodotto viene o quanto o perché si usa;

–          seguimi anche…: link ai siti dove vengono pubblicati i miei articoli, gallery…

–          interview: interviste a personaggi che parlano o sono all’interno del sistema moda;

–          shopping guide: la sezione più divertente dove propongo lookconsigli per gli acquisti, o le ultime tendenze.

Per far questo ho bisogno della vostra collaborazione, anche se devo già ammettere – con piacere – che il blog è stato apprezzato sia da chi è nel settore moda sia chi ha iniziato a seguirmi per puro piacere.

In primis accetto critiche (costruttive) e pareri personali per migliorare e raggiungere il mio scopo. Sarò in attesa di mail giornaliere per arricchire di contenuti e di quel “mi piace” su Facebook (http://www.facebook.com/pages/Tuttacolpadellamoda/223744977704797?v=wall ) che mi serve per crescere pian piano. Perché alla fine se siamo qui a parlarci è proprio “tutta colpa della moda…”.

Così, per questo 2012, il mio lavoro si dividerà in tuttacolpadellamodaalfemminile.com, notizie.it (scarpe e borse) e, nuovo incarico, aggiornamento della pagina Trend di Vogue.it (prossimamente per la sezione del blog delle tendenze, finger cross!!!!).

Buon inizio anno 🙂

Selene

 ——————–

 

 

 

Alice senza niente, il sito ufficiale

La pagina fan su Facebook

Alice senza niente su Google+

Alice senza niente su Twitter

Annunci

From → Segnalazioni

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: