Skip to content

Barcellona sott’acqua

22 novembre 2011


 

Barcellona è la mia città, il posto in cui sono nato.

Non sarei barcellonese se usassi frasi fatte come Io Barcellona l’ho sempre amata.

No. Come ogni buon barcellonese io con la mia Barcellona ho spesso avuto un rapporto complesso. L’ho ignorata, persino disprezzata, mi sono arrabbiato con lei e l’ho maledetta.

Poi l’ho amata alla follia Barcellona, quando quel magone saliva. Sto parlando di quel nodo che ti prende e stringe forte alla gola, e sembra non volerti proprio abbandonare, quel nodo che chi è andato via conosce bene e ti fa dire, piano piano, casa mia, la mia casa…

Ed è la stessa sensazione che ho in questo momento, la stessa voglia di prendere il primo treno e venire giù a vedere che succede, o se c’è qualcuno che ha bisogno di qualcosa, a Barcellona. La mia Barcellona sott’acqua.

Perché il fatto è che Barcellonapozzodigottoinprovinciadimessina io da dentro non me la posso togliere. Tanto che se – ad esempio – ne scrivessi in un pezzo probabilmente la nominerei in continuazione, Barcellona.

Anche questa, forse, è una forma d’amore.

Pietro De Viola

Per aiuti subito:

NUMERO SOLIDALE 45590

“Emergenza alluvione Messina”

E’ aperto il «numero solidale » 45590 a cui inviare Sms da cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, Postemobile e Tiscali oppure chiamando da rete fissa.
La raccolta fondi terminera’ il 28 dicembre 2011. Ogni SMS Solidale inviato al 45590 ha il costo di 1 euro (è di 2 euro invece la donazione effettuata per chi chiama da rete fissa).

emergenzabarcellona

——–

 

 

 

 

  

 

Alice senza niente, il sito ufficiale

La pagina fan su Facebook

Alice senza niente su Google+

Alice senza niente su Twitter

Annunci

From → Generale

5 commenti
  1. Michele permalink

    ho recentemente rivisto l’intervista ….. non ricordo in quale programma (in merito alla crisi) l’han fatta ripassare.

    Anche a me quel BarcellonaPozzodiGotto-provincia-di-Messina oggi rimbomba nella mia mente, stordisce il cervello, sfinisce lo spirito e martirizza l’anima: l’ho scritto per 8 volte su enormi scatolone e altrettante ricevute. In questi enormi pacchi ho incastrato (come il gioco del 15) i ricordi più cari e gli oggetti che spappolano il fegato e contraggono milza e pancreas ….. solo a guardarli.

    Posto maledetto e ….. maledettamente caro.

  2. Un pò tutti odiamo e allo stesso tempo amiamo la propria città. Bel pezzo..

Trackbacks & Pingbacks

  1. Le segnalazioni della settimana e altre vicende connesse | Starbooks Coffee
  2. Bonarma Day, Musica@palate « Alice senza niente
  3. Buon Natale « Alice senza niente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: