Skip to content

Educare una sfida possibile

26 marzo 2011
Oggi presentiamo un libro, Educare una sfida possibile, di Rosalinda Lo Presti Gianguzzi.
Lasciamo che sia direttamente l’autrice a parlarci della sua opera.
alice senza niente educare una sfida possibile

«Questo libro nasce da una lettera indirizzata al ministro Gelmini che aveva definito un privilegio l’astensione obbligatoria per maternità.
Uno sfogo che in breve tempo ha fatto il giro del web.
Ho scoperto, così, quanto il mio pensiero su scuola, maternità, modelli educativi, politica, informazione, welfare e lavoro fosse comune a quello di tanti.
Un “sentire” di tutti che ho voluto esplicitare in un breve saggio: emotivo, graffiante, supponente, ma scritto con il cuore e con un sincero intento costruttivo.
Ho volutamente utilizzato uno slang metropolitano e discorsivo, caratteristico del lettore avvezzo al web 2.0.
Un lettore che potrebbe essere un genitore, un insegnante, un alunno, un politico, un giovane, un precario, o chiunque altro sia convinto come me che la possibilità di un futuro migliore si costruisca attraverso l’educazione delle nuove generazioni e la valorizzazione del potenziale umano di ciascuno.
È, infine , un “libro aperto” destinato ad arricchirsi di altri contributi e in cui probabilmente troverete poche risposte, ma che vi aiuterà a porvi molte domande…»

 

Per acquistarlo come ebook
 
 
Per prenotarlo in cartaceo
 

Pagina dei fan

Alice senza niente su Twitter

Annunci

From → Segnalazioni

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: