Skip to content

Mai più a teatro quando fuori piove – Parte Prima

19 marzo 2011

mai più teatro quando fuori piove

In questa deliziosa commedia gialla, ambientata nel contesto di uno sgangherato premio letterario, si alternano le tragicomiche vicende dello sceriffo Jack Shalford, giurato, e quelle dell’ Ispettore Tony Guildford, protagonista di uno dei libri in gara.
 

 

Intervista all’autore Alan Fefer Swandice

(a cura di Carl Carliner)

 

Alan Fefer Swandice, innanzitutto le faccio i complimenti per questa sua opera d’esordio che sembra molto divertente. Perché questo titolo?

E’  una  lunga storia. Inizialmente quando ebbi l’ idea nell’ estate del 2006  si doveva chiamare “Intrighi surreali “ , in quanto il libro consisteva solo di quella frazione costituita  dalla storia ora oggetto semplicemente di uno dei libri partecipanti al concorso letterario.
Nell’estate 2008, vedendo un episodio della Signora in Giallo, trovai molto divertente l’escamotage di una persona che confessava, in una cassetta registrata prima di morire , un delitto non commesso e nello stesso tempo evidenziava la pochezza dello sceriffo , che poi quando ascoltava la registrazione si infuriava.
Così nacque l’ idea del concorso letterario in cui lo sceriffo è uno dei giurati…
Per quanto riguarda il titolo, diciamo che esso maturò verso la fine del 2008, ed è il frutto di un argomento  che nulla ha a che fare con i gialli e le commedie: le mnemotecniche .
Cercavo di creare una tecnica di memoria diversa sia da quella iconocentrica classica (il c.d. Teatro della memoria di Giulio Camillo Delminio), che da quella semiocentrica .
Così da un lato ho preso in prestito l’ espressione “Mai più a teatro“ che è la frase pronunciata da Abramo Lincoln dopo avere assunto il resuscitol nel film Forget Paris di Billy Cristal (1995), dall’altro una parte della frase “ Come quando fuori piove “ che si utilizza nel poker per ricordare l’ordine di prevalenza dei quattro semi.

Perché  una commedia gialla e non un vero e proprio giallo?

I gialli  veri e propri mi annoiano… Troppa violenza e troppa improvvisazione… Raramente si trovano dei gialli deliziosi come le puntate, specie quelle più vecchie, del Tenente Colombo.

Perché solo la parte prima?

Perché prima di scrivere la parte seconda voglio prima vedere se la parte prima riscuoterà il successo del pubblico.

Qual è il personaggio del libro che è da ritenersi meglio riuscito?

Beh, sono indeciso fra Quant Fa Schif  e Sifil  O’ Blanor … Chi leggerà il libro e si imbatterà in questi due personaggi sicuramente non li dimenticherà e avrà da ridere per un bel pezzo.


Link per l’acquisto di Mai  più a teatro quando fuori piove – Parte Prima, di Alan Fefer Swandice

Pagina dei fan

Alice senza niente su Twitter

Annunci

From → Generale

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: